Sabato 24 marzo, h 16,30: i sotterranei della basilica di san Lorenzo in Lucina a via del Corso
                                     

La basilica di San Lorenzo in Lucina sorge nell’area di quello che anticamente era il Campo Marzio, lungo l’antica Via Lata (attuale via del Corso).
 
Notevoli e ben conservati sono i resti archeologici visibili sotto la basilica: si tratta di due edifici di età imperiale, il più antico dei quali è una domus (casa signorile unifamiliare) di II sec d.C., di cui si conservano muri affrescati e pavimenti a mosaico bianco e nero, e i resti di un’insula (casa d’affitto a più piani) di III sec d.C., che venne costruita direttamente sopra la domus.
 
All’inizio del V sec. d.C. papa Sisto III fece costruire sopra l’insula la basilica di San Lorenzo in Lucina. Lucina era una ricca matrona romana che, convertita al cristianesimo, aveva messo a disposizione la sua abitazione per le prime riunioni della comunità cristiana.

La basilica di V secolo aveva lo stesso orientamento e la stessa planimetria dell’attuale chiesa, con tre ingressi e tre navate. Nei sotterranei della chiesa sono ancora visibili i resti del battistero di V secolo.

Durata 1 h.

Appuntamento all'ingresso in Piazza di San Lorenzo in Lucina. Quota di partecipazione per la visita guidata euro 10 a persona, euro 5 per i minori di 18 anni, gratis sotto i 10 anni + ingresso al sotterraneo di euro 3 a persona.

Per informazioni e prenotazioni chiamare i nn. 0692939974; 0766840578; cell. 3281640180, oppure scrivere a segreteria@romoloeremo.com, lasciando tutti i riferimenti per essere ricontattati; pagamento in loco alla guida, che sarà riconoscibile con un cartello Romolo e Remo.

[Indietro]

Tel 0 6 9 2 9 3 9 9 7 4 - 0 7 6 6 8 4 0 5 7 8 - cell 3 2 8 1 6 4 0 1 8 0 - P IVA 1 1 4 6 9 7 0 1 0 0 4 - Romolo e Remo - Percorsi culturali a Roma e nel Lazio - orari uffici da lun a sab h 9 - 13 e h 15 - 18; E_mail segreteria@romoloeremo.com