Una passeggiata di quasi un chilometro attraverso più di 1.500 anni di storia romana. Torna dal 22 giugno 2018, dopo diciotto anni, l’iniziativa “Percorsi nel verde alle radici del Palatino”, promossa dall’ente Parco Archeologico del Colosseo in collaborazione con Electa.

           

Il Parco incrementa così ulteriormente gli spazi di visita dell’area archeologica di competenza, scegliendo di riqualificare un itinerario fortemente simbolico: il fronte del colle dove Romolo fondò la città nel 753 a.C. e dove, ancor prima, la lupa allattò i due gemelli.

Lungo il percorso si costeggiano le residenze imperiali, dalla Casa di Augusto al complesso dei Severi del III secolo d.C., le cui arcate segnano con forza il paesaggio urbano della Capitale. Un itinerario di grande fascino anche dal punto di vista naturalistico, per via delle varie specie di piante che crescevano e crescono nell’area, dall’acanto alle ginestre, dalla rosa canina alla malva e al rosmarino, e che saranno descritte ai turisti grazie ad una serie di nuovi pannelli botanici presenti lungo il sentiero.

Un sentiero fra mito, storia e natura, che collegherà la valle del Foro Romano alla valle Murcia che lo separa dall’Aventino. «Il grande impegno di riqualificazione paesaggistica del percorso lungo le pendici meridionali del Palatino segna un importante, ulteriore passo verso la restituzione totale della fruizione pubblica dell’area archeologica centrale del cuore di Roma», dichiara la direttrice del Parco Archeologico del Colosseo, Alfonsina Russo, spiegando come il percorso sarà compreso nel prezzo del normale biglietto al Palatino, e sarà aperto la mattina dalle 8.30 alle 13.

 

Durata visita guidata completa del Colle Palatino + il tratto della nuova passeggiata di 1 km: 1 h e 45’.

 

Appuntamento all'ingresso del Palatino in via di San Gregorio n. 30. Quota di partecipazione (ingresso + guida) euro 24 adulti, euro 8 minori di 18 anni, gratis sotto 6 anni. Per informazioni e prenotazioni chiamare i nn. 0692939974; 0766840578; cell. 3281640180, oppure scrivere a segreteria@romoloeremo.com, lasciando tutti i riferimenti per essere ricontattati; pagamento in loco alla guida, che sarà riconoscibile con un cartello Romolo e Remo.