Sei a 12 ore dall'evento e non è possibile più prenotare via e-mail. Contattaci ORA al numero 0692939974 per verificare la disponibilità

Uno stravagante architetto progettò villini e palazzi che sembrano usciti da un libro delle favole; si chiamava Gino Coppedé e il “quartiere” porta il suo nome.

Una passeggiata con il naso in su, per osservare le facciate “parlanti”, le torrette con i comignoli, le figure gigantesche che sembrano spiare dall’alto i passanti, le chiocciole e le api che si posano sui muri.

Gino Coppedé purtroppo morì prima di poter terminare il suo progetto, completato poi dal genero l’architetto Carlo Emilio Andrè.

L’ingresso del quartiere è un grande arco che collega due grandi palazzi chiamati degli Ambasciatori, il primo esempio delle meraviglie che troveremo camminando: bizzarre maschere, angioletti, cavalieri, una Vittoria alata e un’edicola dalla quale spunta una Madonna col Bambino.

 

 

 

Superato questo varco si giunge a Piazza Mincio dove si affacciano i più bei palazzi e una fontana che sembra quasi scavata nella roccia e abitata da rane che stanno quasi per tuffarsi nell’acqua.

Proseguendo ci si imbatte nel Palazzo del Ragno che deve il nome all’animale raffigurato nel mosaico sopra la porta e sopra al terzo livello, sopra un balconcino con loggia, c’è un dipinto color ocra e nero raffigurante un cavallo sormontato da una incudine tra due grifoni e una grande scritta in latino LABOR.

Di fronte c’è  il Palazzo di Cabiria, così chiamato perché il suo ingresso ricorda la bocca di un pauroso mostro.

Accanto si erge la vera meraviglia del quartiere e cioè il Villino delle Fate, pieno di tetti, comignoli dalle forme strane, logge, loggette e affreschi disegnati da Coppedè che raffigurano le origini di Roma con la Lupa che allatta Romolo e Remo, i poeti Dante e Petrarca, un leone con le ali e un veliero.

Appuntamento all'ingresso del quartiere in via Tagliamento, angolo con via Brenta: quota di partecipazione euro 12 adulti, euro 6 minori di 18 anni, gratis sotto i 4 anni. Per informazioni e prenotazioni chiamare il cell. 3281640180, oppure scrivere a segreteria@romoloeremo.com, lasciando tutti i riferimenti per essere ricontattati; pagamento in loco alla guida, che sarà riconoscibile con un cartello Romolo e Remo.

Sei a 12 ore dall'evento e non è possibile più prenotare via e-mail. Contattaci ORA al numero 0692939974 per verificare la disponibilità