Sei a 12 ore dall'evento e non è possibile più prenotare via e-mail. Contattaci ORA al numero 0692939974 per verificare la disponibilità

Il rione Sant’Eustachio è una zona della città di Roma che prende il nome dalla presenza della basilica dedicata proprio a questo santo.

Esso confina con diversi altri rioni cittadini, tra cui Pigna, Campo Marzio, Colonna.

Esternamente caratteristico il suo stemma, su cui è raffigurato un cervo, il medesimo che si trova in cima alla facciata della basilica seicentesca di Sant’Eustachio, poiché suo attributo iconografico e legato anche alle insegne della famiglia Maffei (cervo dorato su fondo azzurro) che contribuì alla costruzione di questo edificio.

Al suo interno numerose opere d’arte di autori quali Giovanni Bigatti, con le tre tele esposte nella grande Cappella di San Michele Arcangelo, Pietro Gagliardi, Giacomo Zoboli e altri.

Nell’area urbana ivi compresa, oltre a questa, sono situate numerose altre architetture religiose.

Tra queste, la splendida basilica di Sant’Andrea della Valle, capolavoro barocco a cui lavorarono alcuni tra i maggiori architetti del tempo: Giacomo Della Porta, Carlo Maderno e Francesco Grimaldi. Successivamente sulla sontuosa facciata operò anche Carlo Rainaldi. Tra i capolavori che si trovano al suo interno, la cupola affrescata da Giovanni Lanfranco, raffigurante l’Assunzione della Vergine (1621-25), arricchita dagli affreschi relativi ai peducci di cui è autore il Domenichino, con le storie di Sant’Andrea (1621-28).

 

 

Sant’Ivo alla Sapienza è sicuramente una delle mete più interessanti di questo rione. Realizzata su progetto di Francesco Borromini tra gli anni Quaranta e Sessanta del Seicento, è luogo ricchissimo di storia e simbologie.

Questo edificio religioso è legato alla famiglia Barberini e infatti il simbolo dell’ape, emblema di quest’ultima, è presente in diversi punti della struttura, tra cui sulla ricchissima e coreografica facciata.

San Luigi dei Francesi è altro capolavoro dell’architettura facente parte del rione Sant’Eustachio. Consacrata alla fine del XVI secolo, fu eretta pere opera di Domenico Fontana su progetto di Giacomo Della Porta, ed è nota soprattutto per la Cappella Contarelli, il cui progetto è attribuito a Plautilla Bricci ed in cui sono presenti le tre maestose tele del Caravaggio raffiguranti le storie di san Matteo.

 

 

 

 

Sempre associata alla figura del Caravaggio è la chiesa di Sant’Agostino, in cui è situata la meravigliosa Madonna dei Pellegrini, ma anche l’affresco del profeta Isaia di Raffaello e la Madonna Miracolosa del Sansovino.

Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica italiana, è tra i tanti luoghi di interesse di questa porzione urbana.

A tale edificio è legata la storia della famiglia Medici e la figura di Margherita d’Austria, da cui deriva l’attuale denominazione. Ancora Palazzo Vidoni Caffarelli, tra la costruzioni cinquecentesche della capitale, il cui progetto originario fu di Raffaello con la collaborazione del suo allievo Lorenzetto.

Passeggiando tra le splendide strade di questo rione, precisamente in piazza Vidoni, a ridosso di sant’Andrea della Valle, il visitatore può imbattersi anche nell’Abate Luigi, una delle statue parlanti di Roma.

Sei a 12 ore dall'evento e non è possibile più prenotare via e-mail. Contattaci ORA al numero 0692939974 per verificare la disponibilità