Il progetto iniziale dell’edificio, eretto sul luogo della villa del cardinale Rodolfo Pio da Carpi (poi Villa Sforza) che il cardinale Francesco Barberini acquistò nel 1625, si deve a Carlo Maderno, che ideò dapprima una costruzione quadrangolare, inglobante il preesistente complesso, secondo lo schema classico del palazzo rinascimentale, e poi elaborò un progetto ad ali aperte che rivoluzionava tale concetto in quello di palazzo-villa (sull’esempio di Villa Farnesina di Baldassarre Peruzzi) unendo le funzioni di abitazione di rappresentanza della famiglia papale con l’uso della villa urbana dotata di vasti giardini e di prospettive aperte.

 

 

                 

 

Gian Lorenzo Bernini, subentrato nella direzione dei lavori, mantenne il progetto originale: sua la concezione del salone centrale, della loggia vetrata corrispondente al porticato sottostante, e della grandiosa scala a pozzo quadrato, con rampe sostenute da colonne doriche binate fino al primo piano, per la quale si accede, dal lato sinistro del porticato, alla Galleria Nazionale d’Arte Antica.

La Galleria nacque ufficialmente nel 1893 e, già ospitata in Palazzo Corsini, ebbe la sua nuova sede in parte del palazzo Barberini dal 1949. Essa raccoglie opere dal secolo XII al XVIII provenienti da collezioni (Torlonia, Barberini, Sciarra, Chigi, Hertz), da acquisti e lasciti.

Nel 1984, la collezione Corsini fu trasferita nella sua sede storica e furono qui collocate opere di provenienza da acquisti o collezioni, con l’intento di creare in questa sede una vera e propria Galleria Nazionale, ordinata cronologicamente ma con la possibilità di inserire nel percorso acquisti e integrazioni.

Appuntamento all'ingresso in Via Quattro Fontane 13. Quota di partecipazione: euro 10 a persona; minori di 18 anni euro 8; gratis sotto 8 anni. Biglietto a parte.Per prenotare questa visita guidata chiamaci ai numeri 0692939974; 0766840578; cell. 3281640180, o scrivici una mail a segreteria@romoloeremo.com, indicando il tuo nome, il numero dei partecipanti ed un recapito telefonico.