L'itinerario di archeotrekking si snoda nel Parco archeologico naturalistico di Vulci, antichissima città etrusca le cui origini si perdono nella notte dei tempi.
Qui si sono infatti ritrovati resti risalenti al periodo Neolitico e la continuità di frequentazione prosegue fino all'età del Bronzo.
Ma è con il periodo Villanoviano che Vulci raggiunse il suo massimo splendore. A questo seguì poi una lenta decadenza fino alla sconfitta di Vulci, nel 280 a.C., ad opera dell'esercito romano guidato dal console Tiberio Coruncanio.
 
 
 
 
La città era ubicata su di un pianoro sul fiume Fiora sito circa a metà tra le attuali di Montalto di Castro e Canino in provincia di Viterbo. La visita al sito archeologico segue sostanzialmente la direttrice della strada denominata Decumano Massimo e, partendo dalla zona dell'acquedotto, entra dalla porta ovest e raggiunge il Tempio Grande, la casa del Criptoportico, le residenze private ed arriva fino al ponte sul Fiora. 
 
Nel corso della visita nell'area archeologica dell'antica città etrusca è prevista una pausa pranzo libera.
 
Si consiglia un abbigliamento comodo con calzature da trekking, una torcia, k-way, cappellino a sole ed una bottiglia di acqua.
 
Durata dell'itinerario 8 ore. Appuntamento all'ingresso della necropoli alle ore 9:00 ; quota di partecipazione comprensiva di biglietto euro 30,00 per gli adulti,  euro 15 per i minori di 18 anni, gratis sotto 6 anni. Info e prenotazioni:  cell. 3281640180; mail: segreteria@romoloeremo.com. Pagamento in contanti alla guida.

Sei a 12 ore dall'evento e non è possibile più prenotare via e-mail. Contattaci ORA al numero 0692939974 per verificare la disponibilità