Per chi vuole sfuggire alla tipica frenesia romana e addentrarsi in un ambiente da sogno, dove il tempo sembra essersi fermato e la vita trascorre serena, basta varcare la soglia del suggestivo arco che costituisce l’ingresso al Quartiere Coppedè.
                                        


Il Quartiere Coppedè non si può considerare un vero e proprio quartiere, piuttosto una piccola isola felice nella giungla chiassosa di Roma. Esso deve il suo nome all’architetto che lo ha progettato,Gino Coppedè; è stato realizzato tra il 1913 e il 1927 (con l’interruzione dei lavori durante la Prima Guerra Mondiale).

L’ingresso si trova a Via Tagliamento, nel quartiere Trieste. Una volta superato l’arco che congiunge i palazzi degli Ambasciatori, si entra in un’atmosfera tutta particolare, che sicuramente vi affascinerà. Tra marmi, loggiati, decorazioni multicolori, archi e vetrate, vi ritroverete a passeggiare tra costruzioni che riecheggiano lo stile liberty come anche quello dell’art decò, del barocco e addirittura anche medievale.

Durata 1 h.

Appuntamento all'ingresso del quartiere in via Tagliamento, angolo con via Brenta: quota di partecipazione euro 10 adulti, euro 5 minori di 18 anni, gratis sotto 10 anni. Per informazioni e prenotazioni chiamare i nn. 0692939974; 0766840578; cell. 3281640180, oppure scrivere a segreteria@romoloeremo.com, lasciando tutti i riferimenti per essere ricontattati; pagamento in loco alla guida, che sarà riconoscibile con un cartello Romolo e Remo.