Sei a 12 ore dall'evento e non è possibile più prenotare via e-mail. Contattaci ORA al numero 0692939974 per verificare la disponibilità

Questo tour ci porterà alla scoperta degli edifici pubblici del foro romano convertiti in chiese per volere del papato. Un viaggio tra archeologia e arte cristiana.

La nostra visita ha inizio dalla basilica dei Santi Cosma e Damiano, il primo luogo di culto cristiano costruito nell’area forense. L’edificio, sorto sui ruderi dell’antica Biblioteca Pacis, venne e trasformato in una chiesa da papa Felice IV nel 527. L’interno, a navata unica, è impreziosito dallo straordinario mosaico del catino absidale, raffigurante il Redentore circondato dai santi Cosma, Damiano, Paolo, Pietro, Teodoro e papa Felice IV, e da decorazioni del Mantegna.

 

 

Proseguendo verso il lato sud di piazza del Foro romano ci imbattiamo nell’Oratorio dei Quaranta martiri, una struttura risalente all’epoca traianea trasformata in un edificio di culto cristiano con l’aggiunta di un’abside decorata da affreschi deteriorati che ricordano il martirio di quaranta soldati cristiani durante le persecuzioni di Diocleziano.

A destra dell’oratorio si erge la Chiesa di Santa Maria Antiqua, frutto della trasformazione del quadriportico del vestibolo dei Palazzi Imperiali sul Palatino.

In epoca medievale sui ruderi del precedente edificio sacro – distrutto da un terremoto nell’850 – venne eretta la basilica di Santa Maria Liberatrice, poi completamente demolita per riportare alla luce la struttura più antica. Ciò che ne rimane sono antichissimi ruderi che conservano un prezioso, ma ahimè deteriorato, apparato figurativo.

Altra tappa del nostro tour è la chiesa di Sant’Adriano, nata dall’iniziativa di papa Onorio I di trasformare la Curia Iulia in un edificio sacro e poi dedicata al santo martire da papa Adriano I.

L’interno a tre navate conserva, in una delle cappelle laterali, dipinti dell’VIII secolo raffiguranti Storie della vita di Sant’Adriano e pitture bizantine del IX secolo nella controfacciata.

 

 

La visita prosegue con la Chiesa dei Santi Luca e Martina, le cui origini risalgono al VII secolo, quando papa Onorio I dedicò, nell’area posta vicino all’Arco di Settimio Severo, un oratorio alla santa martire e compatrona di Roma.

Nel 1588 questo luogo di culto fu donato all’Accademia del disegno di S. Luca facendo sì che il santo divenisse contitolare dell’edificio.

La dimora sacra è resa celebre dalla presenza della cappella funebre di Pietro da Cortona, la cui costruzione permise di ritrovare, sotto l’altare, una cassa contenente le reliquie di Santa Martina.

Poco distante, tra il Colle Palatino e le pendici dell’Esquilino, si erge la chiesa di Santa Francesca Romana, costruita inglobando una cella dell’adiacente Tempio di Venere.

L’interno, a navata unica con cappelle laterali, conserva importanti capolavori tra i quali è d’obbligo menzionare un mosaico del 1160 raffigurante la Madonna col Bambino e i Santi e un’immagine, sempre della Madonna, risalente al 1100 circa, che molti studiosi sostengono provenisse dalla Terra Santa.

 

 

Percorrendo via dei Fori Imperiali si giunge poi in via Miranda dove si erge la Chiesa di San Lorenzo in Miranda, sita laddove un tempo sorgeva il tempio di Antonino e Faustina.

Trasformata in edificio di culto cristiano nel VII-VIII secolo circa, la chiesa venne completamente ricostruita nel ‘600 e decorata con opere di Pietro da Cortona e del Domenichino.

Il nostro tour si conclude con la Chiesa di San Giuseppe dei Falegnami, situata alle pendici del Campidoglio, sull’antico Carcere Mamertino.

Originariamente dedicato a San Pietro, in memoria della prigionia dell’apostolo, l’edificio venne acquistato dalla Confraternita dei Falegnami, che alcuni anni dopo commissionò a Giacomo Della Porta la costruzione di una chiesa più ampia, ultimata dal Montani e consacrata nel 1663.

Appuntamento davanti alla Basilica dei Santi Cosma e Damiano in Via dei Fori Imperiali. Quota di partecipazione euro 12 a persona per gli adulti, euro 6 per i minori, gratuito sotto i sei anni. 
Info e prenotazioni: 3281640180  Pagamento in loco alla guida, che avrà un cartello ROMOLO E REMO.

Sei a 12 ore dall'evento e non è possibile più prenotare via e-mail. Contattaci ORA al numero 0692939974 per verificare la disponibilità