Nel cuore di Roma, nel rione Trastevere, si trova l'antica basilica dedicata a Santa Cecilia. Qui, nel 230 d.C., Cecilia fu martirizzata e la basilica è stata costruita, attraverso vari rifacimenti e aggiunte nel corso dei secoli, sopra i resti della sua casa.

Rinnovata nel IX secolo su commissione di papa Pasquale I e poi nel XVI secolo per volontà del cardinale Sfondrati, la basilica contiene capolavori assoluti come l'antico mosaico absidale con il ritratto di papa Pasquale I, la toccante statua della Santa realizzata da Stefano Maderno e il magnifico ciborio duecentesco, opera del grande sculture Arnolfo di Cambio.

                         

Ma la basilica nasconde un altro grandissimo capolavoro. Infatti, salendo dal convento delle monache benedettine fino alla parete della controfacciata si può ammirare il ciclo pittorico del Giudizio Universale, opera di Pietro Cavallini, uno dei più grandi pittori del XIII secolo.

Il Giudizio universale fu in parte ricoperto nel Cinquecento per la costruzione del coro delle monache e rimase nascosto fino al 1900, quando con la demolizione dello stesso coro, tornò alla luce. Da allora la maestosa figura di Cristo e gli angeli con le loro ali coloratissime sono tornati a splendere, impressionando il visitatore con tale forza ed intensità tali da essere veramente difficili da dimenticare.

 

Durata visita guidata 1 h e 30'.

 

Appuntamento all'ingresso della basilica in Piazza di Santa Cecilia in Trastevere. Quota di partecipazione: euro 13 intero, euro 8 per min. di 14 anni, gratis sotto 6 anni. Info e prenotazioni: tel. 0692939974; 0766840578; cell. 3281640180, mail segreteria@romoloeremo.com. Pagamento in contanti alla guida.