Il rione Campo Marzio è il quarto rione della capitale ed è situato in parte nell’antica zona di Roma denominata, appunto Campus Martius. Tra i rioni confinanti vi sono Sant’Eustachio, Flaminio, Colonna, Ludovisi e Ponte. Era inizialmente collocato al di fuori delle mura serviane.

Come risulta essere indicativo dal nome, il Campo Marzio era intitolato al dio della guerra, Marte (era presente un tempio a lui dedicato), e adibito allo svolgimento delle esercitazioni militari. In questo luogo, si tenevano anche alcuni ludi e cerimonie di matrice pubblica e religiosa molto importanti.

Nel corso dei secoli, subì diversi interventi urbanistici per volere di vari pontefici quali, ad esempio, Giulio II, Sisto IV, Leone X.

 

 

Moltissime le architetture civili e religiose di rilievo in questa zona.

Tra quelle della Roma antica ricordiamo il Teatro Marcello, voluto dall’imperatore Augusto, di cui è presente anche il mausoleo, l’Ara Pacis e l’Anfiteatro di Sallustio Tauro, fatto edificare dal console Tito Statilio Tauro.

Ancora, è fruibile la casa museo di Goethe in Via del Corso, la Casina Valadier a Piazza Bucarest, il palazzetto Zuccari, noto anche come “casa dei mostri” progettato proprio dall’artista Federico Zuccari e oggi sede della Bibliotheca Hertziana, nonchè Villa Medici legata alle vicende biografiche di Galileo Galilei, entrambe situati a Trinità dei Monti.

Numerosi gli edifici religiosi che sono situati in questo centralissimo rione quali, solo per citarne alcuni, la chiesa di Sant’Atanasio, quella di Sant’Antonio in Campo Marzio, la chiesa della Trinità dei Monti, quella dedicata alla Madonna del Divino Amore in Campo Marzio (la cui antica intitolazione era riferita ai santi Cecilia e Biagio), la chiesa della Santissima Trinità degli Spagnoli, la Basilica dei Santi Ambrogio e Carlo al Corso.

 

 

 

In questo rione è possibile passeggiare tra alcune delle più belle strade della capitale come Via del Corso, la caratteristica Via Margutta, dedicata agli artisti, le eleganti Via dei Condotti e Via del Babuino (dove si trova anche la fontana del Babuino, una delle famose statue  parlanti di Roma), Via di Ripetta,  presso cui è situata anche l’Accademia delle Belle Arti, Via Sistina, sede dell’omonimo teatro e le stupende  Piazza del Popolo e Piazza di Spagna,  ricche di opere d’arte famosissime come la Barcaccia del Bernini, le note “chiese gemelle” e Santa Maria del Popolo in cui si conserva la Conversione di San Polo del Caravaggio.

 

 

Sei a 12 ore dall'evento e non è possibile più prenotare via e-mail. Contattaci ORA al numero 0692939974 per verificare la disponibilità