Venerdi 24 novembre, h 21: Passeggiata serale Amanti, intrighi e tradimenti alla corte dei Papi
     


Un itinerario estremamente originale che ripercorre i luoghi in cui hanno vissuto cortigiane, meretrici e donne di potere tra ‘400 e ‘600. Strettissimo il legame con uomini illustri: cardinali, principi e papi. Donne spregiudicate e assetate di potere alcune, ingiustamente accusate e dipinte dalla storia in modo negativo altre.

Dettaglio dell'itinerario:

PIAZZA FARNESE
Palazzo Farnese fu una delle residenze di Alessandro Farnese, che riuscì ad avere il titolo cardinalizio grazie all’influenza della sorella Giulia, soprannominata dal popolo romano “la bella”, giovanissima favorita del dissoluto pontefice Alessandro VI Borgia. Vero e proprio scrigno dell’arte rinascimentale, il Palazzo si pone come punto di arrivo di un lungo percorso di sviluppo dell’architettura dei palazzi signorili romani, che ha origine alla metà circa del XV secolo con il Palazzo di Venezia.

VICOLO DEL GALLO
In vicolo del Gallo si conserva ancora parte del portone di una delle tante locande gestite in questa zona da Vannozza Cattanei, amante per lunghi anni del cardinale Rodrigo Borgia, dal quale ebbe 4 figli, tra cui i celebri Lucrezia e Cesare Borgia, riconosciuti come legittimi una volta che il prelato salì al soglio pontificio come Alessandro VI.

CAMPO DE’ FIORI
Campo de’ fiori è l’ultimo luogo dove fu visto vivo Giovanni Borgia, duca di Gandìa, prima di essere ucciso da due sicari in Piazza Giudia, probabilmente inviati dal fratello Cesare, dopo aver avuto un incontro amoroso con una cortigiana, complice degli assassini, incontrata nella piazza.

PIAZZA NAVONA
Il Palazzo Pamphili che si affaccia su Piazza Navona fu la residenza prediletta di Olimpia Maidalchini, cognata del pontefice Innocenzo X, la donna più influente dell’epoca e nota in tutta Roma come la Pimpaccia o come la Papessa. Nel palazzo, Olimpia gestiva molti dei suoi affari, come il prestito di denaro ad alto interesse, e presentava ai cardinali ed agli aristocratici le cortigiane più belle di Roma, chiedendo in cambio del suo aiuto una percentuale sui loro guadagni.

PALAZZO MADAMA
Palazzo Madama fu la residenza del Cardinal Del Monte protettore di molti artisti tra cui lo stesso Caravaggio. Nel palazzo, oggi sede del senato, il pittore conobbe probabilmente Fillide, nota e ambita cortigiana ritratta insieme all’amica Anna Bianchini (detta Annuccia) dal pittore nelle sue opere.

PIAZZA SAN MARCO
Il grande busto di marmo vicino alla basilica di San Marco è una delle famose “statue parlanti” di Roma. Il nome deriva probabilmente da donna Lucrezia, nobile del XV secolo che con uno stratagemma riuscì a sedurre il re Alfonso d’Aragona, diventando la favorita del sovrano per tutta la vita, raggiungendo le più alte vette della fama e della ricchezza.

Durata della visita guidata: 1 ora e 30'.

Appuntamento in Piazza Farnese di fronte all'ingresso principale del Palazzo omonimo. Quota di partecipazione: euro 10 a persona, euro 5 per i minori di 18 anni, gratis sotto i 10 anni. Per informazioni e prenotazioni chiamare i nn. 0692939974; 0766840578; cell. 3281640180, oppure scrivere a segreteria@romoloeremo.com, lasciando tutti i riferimenti per essere ricontattati; pagamento in loco alla guida, che sarà riconoscibile con un cartello Romolo e Remo.


[Indietro]

Tel 0 6 9 2 9 3 9 9 7 4 - 0 7 6 6 8 4 0 5 7 8 - cell 3 2 8 1 6 4 0 1 8 0 - P IVA 1 1 4 6 9 7 0 1 0 0 4 - Romolo e Remo - Percorsi culturali a Roma e nel Lazio - orari uffici da lun a sab h 9 - 13 e h 15 - 18; E_mail segreteria@romoloeremo.com